logo
Loading
Loading

Palazzina in vendita, Strada Provinciale Talamone, Orbetello

Trattativa riservata

50 mq

3 Locali

0 Bagno

Rif. 50/2021 Lo splendido Mausoleo posto in vendita fu fortemente voluto dal cavaliere Jader Vivarelli , da cui prende il nome in modo ufficiale . Unico nel suo genere ed unico anche per posizione e vista , abbraccia tutta la costa dell'Argentario tra Talamone e Porto Santo Stefano. Il Vivarelli era uno dei personaggi di spicco nella zona di Talamone dove si adoperò per le operazioni di bonifica, il mausoleo venne progettato dall'architetto grossetano Lorenzo Porciatti insieme allo stesso committente, e realizzato tra il 1905 e il 1906 (Vivarelli muore improvvisamente nel 1904 e ne aveva concordato in vita la costruzione e l'arredo). Inserito nell'angolo anteriore destro all'interno del piccolo cimitero di Talamone, di cui costituisce l'episodio di pregio, il mausoleo appare perfettamente visibile già dalla strada e dalla costa e si segnala sia per la dimensione eccezionale che per l'inaspettato registro stilistico: immerso "in un'aura lievemente orientaleggiante che ci riporta ai moduli neoromantici"e decisamente fuori scala rispetto al contesto, dalla sua posizione decentrata il mausoleo svetta "come una corona di dimensioni eccezionali" , preceduto da un breve viale fiancheggiato da cipressi e chiuso da un cancelletto in ferro battuto. Di impianto regolare, si configura come un torrione rivestito in travertino, con il piano superiore aperto su ciascun lato da grandi finestre a forma di cuore, al di sopra delle quali si imposta un tamburo ottagonale, anch'esso aperto su ogni lato e concluso da una cupola a bulbo di forma schiacciata in laterizio. L'ingresso alla cripta, a pian terreno, è inserito nella profondità della doppia scalinata posta ad avancorpo sul davanti per consentire l'accesso al piano superiore, delimitata da una balaustra in ferro battuto a volute e linee curve di sapore Art Nouveau la cui leggerezza e il decorativismo quasi eccessivo, in contrasto con la possente solidità della struttura retrostante, si richiamano alle merlettature in pietra, che riempiono in parte la luce delle grandi aperture a cuore, elemento caratterizzante della costruzione sia per l'esotismo della forma che per l'inserimento prezioso di tali inedite grate. Attualmente alcune delle aperture risultano murate, al pari delle otto finestrine del tamburo, per l'avvenuta distruzione delle vetrate policrome che in origine le chiudevano. Tale perdita ha mutilato il colorismo dell'insieme e annullato le suggestive luminosità che dovevano formarsi all'interno del vano al primo piano, destinato al culto, dove si conserva il monumentale busto di marmo bianco del fondatore.

Nascondi risultatiMostra risultati
Immobili Trovati
Immobili Simili
1
Lascia la tua richiesta

Ti invieremo gli annunci che corrispondono alla tua richiesta